Blue BI – Geomarketing: cos’è e come trasforma le imprese con la Data Analytics. Il caso utente, e di successo, di Blue BI

Il geomarketing nasce dall’unione tra geografia e marketing. Una sintesi virtuosa che permette di portare a livelli mai sperimentati l’analisi di consumatori e imprese in relazione allo spazio in cui si muovono. Una strategia dirompente grazie alla quale Blue BI, in collaborazione con Qlik, ha messo tra le mani di una azienda manifatturiera italiana strumenti di Data Analytics che garantiscono la possibilità di prendere decisioni strategiche corrette, in meno tempo e quando serve.

 

Geomarketing cos’è, a cosa serve e che vantaggi offre. Da tempo, nel grande campo da gioco della trasformazione digitale questa particolare declinazione del marketing sta conoscendo un tasso di interesse in costante e vorticosa crescita. Il motivo? Facile, il Geomarketing è una disciplina, una strategia molto precisa che nasce e cresce grazie all’incrocio virtuoso, manco a dirlo, tra marketing e geografia. Più nel dettaglio, grazie al geomarketing diventano possibili analisi comportamentali di imprese, clienti, consumatori, privati in relazione allo spazio in cui si muovono. Chi, cosa, quanto, perché e soprattutto dove… dall’unione di queste domande e soprattutto dei “dati” che ne derivano è dunque possibile avere tra le mani “poteri” decisionali e operativi molto più precisi, efficaci, verticali… Meno tempo, più probabilità di successo, meno costi, nuove e più profilate relazioni con i clienti. Eccoli i motivi del successo del geomarketing. (A questo link è comunque possibile ascoltare, grazie ad un webinar esclusivo, l’esperienza di una azienda manifatturiera italiana che grazie al geomarketing e alla Data Analytics ha rivoluzionato i processi decisionali)

 

Geomarketing cos’è, il caso Blue BI. Dalla cartografia alla Data Analytics

Il Geomarketing è dunque uno strumento dalle potenzialità enormi e ancora in parte inesplorate. Uno strumento su cui però alcune eccellenze imprenditoriali italiane hanno già sviluppato competenze elevate da diverso tempo. È il caso di Blue BI, giovane società costituita nel 2011 da un gruppo di professionisti con alle spalle una lunga esperienza in ambito Business Intelligence & Analytics. Come in parte anticipato e come evidente, sono infatti i dati la benzina più preziosa e potente per alimentare una buona strategia di geomarketing.

«Con il Geomarketing – racconta entusiasta Nicola Celli, Amministratore delegato di Blue BI – è possibile realizzare dei sistemi di Business Intelligence che prevedono l’utilizzo della componente geografica per rendere più efficaci ed efficienti le decisioni e le attività di strategia, comunicazione, vendita, distribuzione…. Uno strumento che, abbinato ad un uso intelligente della cartografia, può dare vita ad applicazioni e vantaggi enormi». Geomarketing dunque unito alla cartografia, una combinazione che molti esperti definiscono rivoluzionaria. «L’uso della cartografia si inserisce infatti in quello che secondo noi è il percorso evolutivo della Business Intelligence e dei sistemi di misurazione delle performance aziendali – racconta Celli -. La cartografia consente infatti di aggiungere valore al dato in ambiti chiave come vendite, visite, recupero del credito, dati demografici o generiche fonti esterne all’azienda, con qualsiasi KPI e ancora permette di sviluppare correlazioni ed integrazione dati da fonti eterogenee…».

Dati dunque e intelligenza applicata in maniera efficace. «Esattamente – spiega Celli -, noi da sempre facciamo solo questo ed è la nostra missione. Una missione che abbiamo reso possibile grazie ad una relazione virtuosa con un brand come Qlik. Insieme alle soluzioni di Data Analytics e Advanced Analytics che questo brand ci mette a disposizione aiutiamo i clienti a capire che oggi tutto dipende dai dati. La stessa digital transformation, di cui tutti parlano, per noi è solo il punto di partenza, non il punto di arrivo, e per non essere una pura fantasia ha necessità di essere alimentata da un patrimonio informativo di valore, profilato, reale…. Sapere prima degli altri cosa è successo, cosa sta succedendo e cosa dovrebbe succedere alla tua impresa è un valore a cui nessuno oggi dovrebbe rinunciare».

 

Geomarketing, Data Analytics, Advanced Analytics, un caso di successo, reale, nella manifattura italiana

Detto della missione, del come e di cosa… come sempre la strada più efficace e utile per comprendere fino in fondo gli effetti e il valore di una rivoluzione tecnologica, e non solo, è quella di andare ad analizzarne gli effetti concreti, i casi reali di successo che sta abilitando sul territorio. Detto fatto, a questo link è infatti possibile ascoltare, grazie ad un webinar esclusivo, l’esperienza di una azienda manifatturiera italiana che grazie al geomarketing e alla Data Analytics ha rivoluzionato i processi decisionali.

«Si parla – racconta Andrea Astolfi, Partner di Blue BI che ha seguito in prima persona il progetto e che è relatore del webinar disponibile a questo link – di una grande azienda italiana protagonista nel mercato della manifattura, con oltre 4mila dipendenti e qualcosa come 12 siti produttivi worldwide. Il fatturato – racconta Astolfi – sfiora il miliardo di euro e, come tutte le società di queste dimensioni, vive le sfide inevitabili della contemporaneità dei processi, delle decisioni, di tutti i dati che arrivano dall’interno e dall’esterno… Un flusso dirompente di informazioni da cui è necessario trarre efficientamento, vantaggio, business. Un flusso che questa società si trova a dover gestire ogni giorno, ora, secondo grazie ad una serie di prodotti che vengono rilasciati a livello mondiale e che, grazie a sensori connessi a Internet, generano sistematicamente informazioni critiche circa il loro funzionamento, i processi che svolgono… Dati, informazioni che, grazie ad una soluzione come Qlik Sense abbiamo innanzitutto reso intelligenti. Grazie infatti ad un processo di attenta catalogazione e correlazione abbiamo infatti abilitato processi di manutenzione preventiva che stanno aiutando gli operatori a prevenire rotture, gestire le rotture e il livello di servizio con maggiore tranquillità»

 

Data Analytics, Advanced Analytics, il valore della cartografia e della forza di Qlik

Ma c’è di più… «Esattamente – aggiunge Astolfi -, incrociare questi dati con una strategia efficace di analisi cartografica vuol dire dare vita a quelle che solitamente sono semplici, e passive, infografiche. La rappresentazione di un processo, di una mappa procedurale, di una serie di dati oggi ha infatti raggiunto livelli di efficacia, e di estetica, davvero notevoli, ma occorre andare oltre altrimenti restano puri esercizi stilistici. Grazie alla data analytics e advanced analytics abilitate da Qlik Sense® e al supporto della cartografia, per esempio, nel caso di questa multinazionale italiana, abbiamo portato la fase di analisi, progettazione e intervento ad un livello più elevato che comprende strategicamente la componente dello spazio. Grazie a simili strumenti, infatti, oggi siamo in grado di capire prima del tempo se la raggiungibilità di un determinato macchinario deve essere sviluppata in urgenza, in 1 ora o in 10 ore. In tempo reale siamo in grado di capire la necessità precisa di quel tipo di macchinario, il livello di servizio offerto dai fornitori che sono già intervenuti. Siamo quindi, ad esempio, in grado di prevenire il guasto invece che doverlo gestire in emergenza».

Manutenzione intelligente dunque che, grazie alla cartografia e alla gestione efficace delle informazioni, diventa piattaforma di efficienza senza precedenti per una multinazionale con processi articolati e complessi. Per conoscere nel dettaglio il caso reale della multinazionale italiana che grazie a Blue BI e Qlik ha rivoluzionato il proprio sistema di manutenzione in tutto il mondo basta accedere a questo video esclusivo.

 

 

Geomarketing, Data Analytics, Advanced Analytics… quali prospettive, quali sviluppi

Detto del caso di successo legato ai processi di manutenzione, vale la pena ora di capire come e in quali altri settori strumenti come Geomarketing, Data Analytics, Advanced Analytics si preparano a offrire gli stessi vantaggi competitivi e decisionali. «Sono tantissimi i settori che possono mettere a propria disposizione simili “poteri” – raccontano Astolfi e Celli -, in particolare il mondo Retail ha la possibilità di trarre vantaggi enormi dal mix di queste soluzioni e strategie. Grazie al geomarketing e ad una efficace strategia di Data Analytics, per esempio, è possibile fare analisi sui livelli di “cannibalizzazione” di un territorio cercando di capire se ha senso o meno aprire un nuovo punto vendita, se una simile decisione mi permette di aumentare il fatturato, i margini o se porta ad erodere business ad altri punti vendita.

La cartografia su questi aspetti è fondamentale e, unita al geomarketing, diventa piattaforma competitiva molto efficace. Come si diceva infatti parlando della “moda” delle infografiche… un conto è usare la cartografia semplicemente per presentare dei dati. Un conto è calcolare potenziali, distanze, elementi geospaziali, isometriche ed isodistanze ad esempio, rendere una mappa intelligente e integrarla con soluzioni di analytics come quelle di Qlik… Sul piatto ci sono infatti capacità predittive straordinarie che, partendo da dati eterogenei mettono a nostra disposizione informazioni strutturate e precise. Non a caso oggi si parla di Data Lake e non più di Data Warehouse… Più abbiamo informazioni, più possiamo scatenare l’intelligenza della analisi, più possiamo sviluppare correlazioni e determinare processi, decisioni, strategie vincenti: dalla pianificazione della comunicazione e delle azioni promozionali  alla definizione di un piano di espansione di una rete commerciale con confronto tra le performance attuali ed il potenziale, dalla qualificazione delle aree di vendita alla valutazione del posizionamento di una rete di vendita rispetto alla concorrenza fino all’evoluzione temporale domanda/offerta…»

 

 

 

Pietro Scaligeri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *