Sme.UP – Business Intelligence per il manufacturing: cos’è, a cosa serve, quali sono i vantaggi

Data Analytics, Advanced Analytics e, in generale, Business Intelligence per ottenere visibilità delle informazioni strategiche in modo semplice e immediato e ancora monitorare le aree aziendali di interesse. Dare la possibilità a manager, imprese e industrie di prendere decisioni basate su dati organizzati e corretti. Un’infografica esclusiva a cura di Sme.UP e Qlik.

 

Data Analytics, Advanced Analytics, Business Intelligence, ovvero gli strumenti che prima e meglio di chiunque altro permettono a una impresa, un manager di mettere le mani nei dati digitali, cogliere solo quelli di reale interesse e, sulla base di simili informazioni, prendere, in tempo reale, decisioni migliori e, soprattutto, corrette.

La rivoluzione dell’intelligenza dei dati è già realtà grazie anche al lavoro di un system integrator come Sme.UP e a un vendor internazionale come Qlik. Due società che da tempo hanno incrociato le loro strade dando vita ad un ecosistema “intelligente” al servizio delle imprese sul territorio. Un ecosistema pragmatico che, ora, ha sviluppato un’esclusiva infografica dedicata proprio alla spiegazione, immediata, dei vantaggi che la Business Intelligence è in grado di offrire ad un settore chiave, per il tessuto industriale italiano, come il manufacturing.

 

Business Intelligence per il manufacturing, la domanda è matura

 

«Ormai – racconta Paolo Gobbi, Product Manager Business Intelligence presso Gruppo Sme.UP – siamo nell’epoca in cui tutte le linee di produzione accumulano, in pochissimo tempo, milioni di dati di ogni forma e dimensione. Prima si cercava di gestire le informazioni aggiungendo costantemente strati di hardware, informatizzando progressivamente ma anche rendendo una infrastruttura IT sempre più rigida. Oggi, con i dati che arrivano dai social, dalla sensoristica, dai device mobili non è più possibile rispondere in questa maniera. Non è possibile – spiega il manager – semplicemente perché questa mole incredibile di informazioni deve essere analizzata e correlata, altrimenti si perdono opportunità senza precedenti».

Opportunità che riguardano soprattutto un target chiave per il sistema Paese Italia come la manifattura. Un target per molto tempo lontano dalle tecnologie digitali per questioni culturali e di retaggio storico, un target che ora con la maturazione, la consapevolezza e soprattutto la diffusione di casi concreti di imprese che stanno già cambiando passo grazie alla digitalizzazione, sta rivolgendo crescenti attenzioni proprio alle possibilità offerte da Business Intelligence, Data Analytics, Advanced Analytics.

 

Business Intelligence, Data Analytics, Advanced Analytics per il manufacturing, la risposta di Qlik e Sme.UP

 

«L’unica risposta possibile di fronte ad un mercato più maturo e in cerca di soluzioni concrete è legata al software e alla Business Intelligence. Si tratta dell’unica strada utile per rendere davvero più agile e competitiva l’azienda al tempo della trasformazione digitale – spiega ancora Gobbi -. Anche e soprattutto per questo abbiamo scelto di investire sulle soluzioni Qlik. Qlik ci aiuta infatti ad analizzare questa mole di dati e soprattutto ci permette di accompagnare le imprese del manufacturing verso una progressione, a livello di vantaggi, senza precedenti. Più agganciamo processi, parti, strutture aziendali alla piattaforma Qlik e più aumenta il beneficio per i dipendenti, i processi stessi, il business. Prima, approcciando le imprese del manufacturing ci si concentrava sull’applicazione della advanced analytics e Business Intelligence “solo” alla produzione e da lì si cercavano di capire, gestire i processi. Oggi è possibile aggiungere, per esempio, il calendario della disponibilità delle macchine o, ancora, i dati delle attività sul territorio di tecnici e venditori, infine incrociare il tutto con un budget commerciale che, a questo punto, diventa quasi scientifico».

 

Business Intelligence, Data Analytics, Advanced Analytics per il manufacturing, il dato che diventa strumento di tutti

 

Per gli uomini di Sme.UP e per i loro clienti del mondo manufacturing la semplicità è poi un altro elemento chiave. «Il passaggio più importante nella trasformazione di un simile target aziendale è proprio legato al fatto che con una soluzione come Qlik Sense® l’IT smette di parlare solo la lingua della tecnologia e, traducendo i dati in qualcosa di pratico, concreto, visibile, si avvicina al linguaggio e alle esigenze del marketing, del finance, dell’amministratore delegato. Il dato insomma, una volta analizzato, diventa strumento pratico e immediato per le decisioni di tutti, lo traduciamo in qualcosa di significativo per il lavoro dei responsabili della produzione, del magazzino, delle vendite… Una strada che porta anche a responsabilizzare meglio e tutti nelle scelte e nelle decisioni da prendere. La parola chiave di una simile trasformazione è “integrazione”. Integrazione di dati, informazioni, processi… Integrazione che aiuta il manufacturing ad essere davvero intelligente e fare un salto di qualità rispetto alle prime installazioni a livello IoT, che puntavano semplicemente su sensori di controllo della supply chain».

 

Oggi con Business Intelligence, Data Analytics, Advanced Analytics il manufacturing può fare un salto decisivo in avanti. Come e con quali ritorni? Scarica l’infografica esclusiva di Sme.UP e Qlik!

 

 

Pietro Scaligeri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *